Pubblicato da: aizercast | febbraio 18, 2009

Open Baladin, la seconda birra Open Source

Open Baladin

Open Baladin


A Pianeta Birra Beverage & Co., Teo Musso del birrificio Le Baladin ha presentato al pubblico il suo nuovo progetto: Open Baladin, la birra open source. Il progetto era stato annunciato anche durante il primo episodio di BQ Tv, dove Teo, nel ritirare un premio per la sua Xiaoyu, aveva detto che alla fiera riminese avrebbe presentato qualche cosa solo per i pub.

Purtroppo non sono riuscito ad andare alla fiera, ma ho potuto leggere su Cronache di Birra di questo progetto e qualche ricerca su Google ha prodotto risultati interessanti.

Il primo è che se si digita la url openbaladin.com si viene reindirizzati al sito del birrificio Baladin. Per accedere al sito “ufficiale” bisogna digitare pinpix.it/open ed ecco che si ottengono inportanti informazioni. Tra queste la ricetta della birra, un nuovo concorso per chi vuole cimentarsi nella sua produzione e la lettera di Teo che motiva questa scelta. Non è stato dichiarato, invece, quale tipo di licenza Creative Commons verrà adottata per la ricetta e le sue future evoluzioni.

Questa volta in nostro amico Teo, che ci ha sempre stupito con trovate eccezionali, non è stato originalissimo, infatti l’idea della birra open source non è nuova, gli studenti dell’IT-University di Copenhagen hanno ideato la Vores Øl la prima birra Open Source.

Anche quest’anno Pianeta Birra si è rivelato un appuntamento importante nel panorama birrario, non ultima la presentazione di Movimento Birra (abbreviato in MoBI), ed anche qui, per more info about, consiglio la lettura del post Presentato il MoBI: Movimento Birrario Italiano pubblicato su Cronache di Birra.

Piccola curiosità, durante la trasmissione BQ Tv, Teo ha rivelato l’origine del nome Xiaoyu, ha detto che lo si deve alle sue figlie ed al personaggio Ling Xiaoyu del videogame Tekken

Annunci

Responses

  1. […] però, perché non si può evitare di notare che questa idea purtroppo non è originalissima. Come fa notare il blog di Aizercast, infatti, quasi un anno fa gli studenti dell’IT-University di Copenhagen […]

  2. […] birre irlandesi. Poi abbiamo fatto due chiacchere sulla nuova creazione del birrificio Baladin: la Open Baladin e sul neonato Movimento Birrario […]

  3. […] definito la Open Baladin come una birra di tipo Ale (tipologia assai generica che identifica le birre ad alta fermentazione, […]

  4. […] definito la Open Baladin come una birra di tipo Ale (tipologia assai generica che identifica le birre ad alta fermentazione, […]

  5. […] a Pianeta Birra, il diabolico genio di Teo Musso svela il progetto Open Baladin, la seconda birra Open Source, ma non ci troviamo davanti ad una “semplice” birra con la ricetta aperta sullo stile […]

  6. Teo è un grande mastro birraio e anche un eccellente comuicatore

    • Nessuna ha mai detto il contrario! Siamo i primi a dire che è un “fottutissimo genio del katsow”


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: