Pubblicato da: aizercast | aprile 27, 2013

Iron Man 3, il riscatto di Tony Stark

Iron Man Extremis

Iron Man Extremis

Iron Man 3 è il film più bello dell’attuale “trilogia” (IMHO). Tanta più azione, tanti più dialoghi con molta più comicità, più personaggi e con maggiore spessore e poi c’è anche una bella storia, insomma: Iron Man 3 ROCKS!

Era dal lontano Spider-Man di Sam Raimi che non andavo al cinema, correva l’anno 2002 ed all’epoca non si parlava ancora di cinema 3D. Così, dopo 11 anni mi ritrovo catapultato in una sala dotato di occhialini che dovrebbero aumentare la mia esperienza cinematografica e dopo la visione, posso affermare che a me il 3D non piace. Non mi ha dato nulla di più che una visione 2D su di un megaschermo, anzi, le scene veloci perdono parecchio e poi sono veramente scomodi, soprattutto per chi come me è già dotato di baricole (occhiali in piemontese).

Ma ritorniamo al film. Prima di andarlo a vedere ho letto due recensioni, quella di Roberto Recchioni e quella di Mondonerd ed entrambe esaltavano il lavoro del regista e sceneggiatore Shane Black. Beh, facile, vado su Wikipedia e scopro che Shane Black ha scritto la sceneggiatura di alcuni dei film di azione e non più belli degli anni 80 e 90, tipo: Arma Letale 1 e 2, L’ultimo dei boy scout, Scuola di Mostri e Spy (Kiss Kiss Bang Bang e A.W.O.L. non li ho visti e credo che rimedierò ben presto) e guardando il film si nota eccome!

Attenzione! Proseguendo sicuramente spoilero.

Iron Man 3

Una scena tratta dal film

Come stavo dicendo, in questo film la firma di Shane è veramente evidente. In Tony ho riconosciuto la pazzia ed il sarcasmo di Martin Riggs (Mel Gibson) di Arma Letale, l’audacia e strafottenza di Joe Hallenbeck (Bruce Willis) de L’ultimo dei boy scout ed un’inaspettata agilità e prontezza d’azione alla Samantha Caine (Geena Davis) di Spy.

Veniamo alla storia, ispirata e non poco alla saga Extremis scritta dal cinico ed inglesissimo Warren Ellis, troviamo un Tony Stark seriamente provato dallo scontro con i Chitauri e Loki a New York (The Avengers). Non dorme ed è ossessionato dalle sue armature, ne produce ben 42 come se fosse alla ricerca di una maggiore sicurezza per se stesso. E’ evidente che lo stesso Tony non sa più chi è Iron Man (lui o l’armatura?) e soffre così tanto che viene spesso colto da attacchi di panico (credetemi che per chi ne soffre vederlo è tremendo ed estremamente comprensibile!).

Il nemico di turno è una versione decisamente rivista de Il Mandarino (dove sono i dieci anelli makluan che ho visto nel trailer?) il nemico storico di Iron Man, anche se in realtà Il Mandarino è solo un fantoccio perché in realtà è il “virus” Extremis, una specie di virus che potenzia il corpo umano (il solito siero del super-soldato) che porterà Tony a riscattarsi e quindi a capire che Iron Man è lui, indipendentemente dall’armatura.

Veniamo alle scene bellissime, escludendo gli scontri con le armature. Surreale ed estremamente comica la scena dove Tony, con mezzi decisamente improvvisati fa irruzione nella villa del Mandarino, per non parlare del tecnico fan che ha pure un tatuaggio con la sua faccia. E poi vogliamo parlare di Harley, il ragazzino orfano e genio, il piccolo Tony Stark del Tennessee, ideatore del lancia-patate? E che dire del sexy pancino Pepper “Gwyneth Paltrow” Potts che alla fine salva letteralmente il culo a Tony?

Come avrete capito, mi è piaciuto parecchio, nonostante una colonna sonora meno Rock dei precedenti ^_^.

Annunci

Responses

  1. Partiamo dalla fine… il film mi è piaciuto un sacco! Sin da subito eh! Non ti sei stupito per la prima canzone che si sente una volta cominciato il film? xD

    Dopo la visione del film ho letto un po’ di recensioni in giro… indovina un po’? Tutti gli infognati Marvel si sono lamentati l’impossibile. Chi si lamentava del Mandarino (uff tanto hanno sgarrato fin da subito dato che è per colpa sua se Iron Man crea la prima armatura… mi sembra), c’è chi si lamenta del ragazzo genio (che in questo film non è nemmeno esagerato, infatti è più un supporto morale per Tony Stark), chi si lamentava del numero di Armature e della Hulkbuster, chi si lamentava che dopo i titoli di coda il pezzo di video non dava spazio ad un sequel o non dava indizi (ma grazie al cazzo, Robert ha dichiarato che non vuole più fare film su fumetti 😐 forse forse ci sarà in Avengers 2 che indizi ti deve dare?) ecc ecc… tutti che si lamentano per ogni cosa… si sono lamentati anche delle troppe risate sai? Ma oh! Va bene che c’è la Disney di mezzo ma ‘sto film non fa così cagare!!

    Battute e scene carine e non troppe, tanta azione, potevano caricare di più il lato psicologico del film (ma qui è colpa della Disney) perché alla fin fine è questo il fulcro di tutto… il crollo emotivo di Tony Stark… il paradosso uomo-macchina…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: