Pubblicato da: aizercast | giugno 22, 2010

Report giornata di inaugurazione del birrificio Ticinese (Bad Attitude Craft Beer)

Busillibus Pub
Sabato 19 giugno 2010 e domenica 20 si è tenuta a Stabio in Svizzera La vera festa della Birra per l’inaugurazione del Birrificio Ticinese.

Io e Fabio siamo stati li sabato e siamo arrivati giusto in tempo per la visita al birrificio prevista per le ore 15:00. Purtroppo le cattive condizioni meteo hanno fatto arrivare in ritardo molti degli invitati, ed anche il maestro di cerimonie Lorenzo “Marcos” Bottoni, ma Matte e Alessandra ci hanno intrattenuto simpaticamente scambiando due chiacchiere con tutti noi e facendoci assaggiare la prima birra: la Season. Ideata per dissetare i lavoratori stagionali delle aziende agricole durante i raccolti estivi è speziata e viene realizzata con scorze di Chinotto di Savona (presidio SlowFood). Grazie Matte per la tua spiegazione.

Durante l’attesa è stato bello potere incontrare e parlare dal vivo con alcuni colleghi podcaster e blogger con cui si sono scambiati più volte commenti sui rispettivi blog e chiaccherate su Skype, parlo de “la voce delle birre italiane”: Tony Manzi di Birradio e del “birrofilo curioso”: Luca di Birrophilia.

Lorenzo non si è fatto attendere molto e così la visita al birrificio è iniziata. Le abilità oratorie di Lorenzo sono famose (famigerate?) a molti e devo ammettere che è difficile distrarre l’attenzione dalle sue parole. Alterna sapientemente argomentazioni tecniche a battute (frecciatine?) che aiutano a non distogliere mai l’attenzione.

Durante la visita all’impianto ci ha fornito alcuni dati tecnici molto interessanti. La struttura produttiva si sviluppa su 500 mq, producono circa 3.000 hl/anno e la loro linea imbottigliamento può imbottigliare 1.000 bottiglie/ora e riempire lattine per 300 latt./ora. Quest’ultima linea ha destato la curiosità di tutti perché è una linea unica, pensata e creata dai ragazzi del birrificio che ne vanno, giustamente molto orgogliosi (linee per riempire lattine ne esistono ma sono tutte per la grandi produzioni industriali).

Lorenzo si sofferma più volte sul fatto che la birra artigianale non può costare cara se vuole diffondersi, ed individua nei costi fissi di gestione del birrificio i maggiori responsabili del prezzo finale. Una buona gestione di questi permetterebbe di vendere la birra artigianale a prezzi non troppo lontani da quella indistriale e lo dimostra parlando delle ultime creazioni come Two Penny, Hobo e Bootlogger vendute in lattina al costo di 1,92 Euro l’una (meno di 6 euro/litro e consegnate a casa).
Season Nua del Piccolo Birrificio
Per dimostrarci la bontà del prodotto vengono subito “stappate” e fatte assaggiare un po’ di lattine contenenti Two Penny, una porter profumatissima e non troppo amara dalla schiuma persistente. A mio parere potrebbe piacere anche a chi tende a scansare questo tipo di birre (porter e stout).

Durante il momento assaggi, Lorenzo tiene particolarmente a farci assaggiare la Nua Barrique, una birra acida che però non tutti riusciamo ad apprezzare al meglio (non ho ancora capito se mi piace o meno…).

Terminata la visita guidata al Birrificio ci spostiamo tutti assieme verso il prato dove si svolgerà la festa, dove è parcheggiato il Busillibus, un autobus a due piani inglese con al “piano terreno” un pub ed al piano di sopra una micro sala conferenze.

Al Pub vengono servite diverse birre fresche (forse anche un po’ troppo fresche), tra queste la Hobo, la Bootlogger e la Chiostro. Quest’ultima avevo avuto modo di assaggiarla in precedenza e per dirla tutta, ero li per assaggiare le ultime creazioni del Birrificio Bad Attitude. Devo dire che sono rimasto particolarmente colpito dai profumi dei luppoli. Io e Tony abbiamo giocato un po’ ad indovinare quali erano presenti nella Hobo ed abbiamo riconosciuto il Nelson Sauvin e l’Amarillo, che pare essere uno dei preferiti di Lorenzo (Ok, sul sito del birrificio c’è anche scritto ma non lo ricordavamo entrambi).
S1020034
Come dicevo prima, il piano superiore del Busillibus era destinato ad una piccola sala conferenze dove si sarebbe svolto il meeting Birra & Comunicazione a cui hanno partecipato personaggi del calibro di Laurent Mouson, Agostino Arioli, Maurizio Maestrelli, Paolo Polli, Davide Bertinotti e per la prima volta la lungimiranza di Lorenzo ha richiesto la presenza di noi netizen (cittadini della rete) ovvero Tony Manzi, Luca, Davide ed Antonella ed in fine io. Visto che reputo parecchio interessante quello che si è detto durante questo incontro redigerò un post successivo per dargli lo spazio che merita.

Considerazioni finali.
Mi approprio delle parole di Tony in un SMS inviatomi a fine serata:

Grande giornata, ottima compagnia e buone birre: come desiderare di più? Peccato solo che il tempo sia volato via. Speriamo al più presto in una nuova occasione.

Quoto in toto.
Ah, mi sento di ringraziare tutti i ragazzi del birrificio per il loro entusiasmo, il loro calore ed affetto dimostrato, quando si dice: “Svolgere il proprio lavoro con passione”.

Per completezza inserisco i post degli amici podcaster e blogger (oramai posso tranquillamente chiamarli così) che raccontano dal loro punto di vista questa giornata.
Social Attitude, Richt Notwork di Birrophilia;
Birrificio Ticinese 2010 il mio report di Tony Manzi;
Io, la birra artigianale e la comunicazione de La bussola della birra

Annunci

Responses

  1. Antonio e Fabio, è stato un piacere 😉
    Proprio una giornata venuta bene!

  2. […] pareri sulla giornata: quelli di Davide, Antonio, […]

  3. Ribadisco punto per pounto l’sms di fine serata!! :-))

    L’idea del beer-camp continua a frullarmi nella testa…hai visto mai…

    grazie ancora della compagnia (e del passaggio in auto!! ;-P)

    Tony

  4. […] Birra & Comunicazione, era questo il titolo del meeting organizzato dal Birrificio Ticinese (Bad Attitude) a cui ho partecipato sabato 19 giugno scorso al fianco di alcuni nomi importanti nel […]

  5. […] Filmato incontro Birra e Comunicazione all’inaugurazione Birrificio Ticinese Finalmente sono riuscito a mettere on-line il video che testimonia gran parte dell’incontro Birra e Comunicazione avvenuto sabato 19 giugno scorso a Stabio in Svizzera durante l’inaugurazione del Birrificio Ticinese. […]

  6. […] Ora veniamo alla giornata. Si è iniziato presto, alle 07.30 arrivo al birrificio e Sergio è già li alle prese con l’ammostamento (i grani erano stati macinati la sera prima). La birra che si fa questo sabato mattina è la Ciuculatera. Come riportato sopra, l’impianto è ospitato sul retro di una ex macelleria e nello specifico si tratta di un Marican modificato da Sergio e da suo papa’. La prima cosa che noto e la mancanza di di tanti automatismi, è ben differente da quello che avevo visto qualche anno fa all’inaugurazione del Birrificio Ticinese (Bad Attitude Craft Beer). […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: